Macchina per il Pane

Tra i piccoli elettrodomestici che sempre più stanno entrando nelle cucine, degli italiani troviamo la macchina per il pane. Si tratta di un elettrodomestico il cui scopo, come suggerisce il nome, è quello di produrre il pane in casa in modo semplice e economico.

Ovviamente, per chi conosce il procedimento che porta alla produzione del pane, la cosa più complessa, soprattutto per chi lavora fuori casa durante il giorno, è il fatto che il pane deve essere impastato più volte, prima di essere cotto.

La macchina del pane viene in aiuto, consentendo di inserire gli ingredienti in questa e lasciarla lavorare, approfittando del pane prodotto in casa alla fine.

Il fatto che il costo di questi elettrodomestici si sia ridotto molto negli ultimi anni ha reso possibile fare della macchina pane un prodotto di largo consumo al quale si sono a poco a poco integrate funzioni ulteriori consentendo anche la preparazione di dolci, composte di frutta e marmellate.

Al fine di aumentare la praticità di questo elettrodomestico, poi, quasi tutti i modelli prevedono la possibilità di installare un timer grazie al quale si può impostare l’accensione in un momento successivo, recandosi quindi al lavoro mentre la macchina del pane penserà a tutto da sola, per esempio.

Il funzionamento di questo elettrodomestico è molto semplice, tutti i modelli possiedono un cestello nel quale si pongono gli ingredienti, si sceglie il programma, in base alle istruzioni contenute nel manuale d’uso e si avvia l’elettrodomestico.

Chiaramente la quantità di programmi selezionabili varia in base al tipo di macchina del pane che si possiede, si va da macchine pane semplici, che dispongono di un massimo di quattro programmi, fino a apparecchi con oltre 15 programmi. Particolarmente importante, se siete celiaci, scegliere macchine per il pane dotate di apposito programma per preparare il pane senza glutine. Non solo, altro elemento che può aiutarvi a scegliere tra una macchina e l’altra è l’uso che vorrete farne, se pensate di usarla per produrre pani dolci e per produrre spesso del pane, meglio acquistare un apparecchio dotato di molti programmi, per un uso saltuario sarà sufficiente un apparecchio basilare.

Altro elemento che si deve valutare quando ci si trova a decidere quale macchina del pane comprare è la capienza del cestello di raccolta degli ingredienti, questo non è un piccolo dettaglio ma un elemento essenziale da considerare al momento dell’acquisto di una macchina per il pane. Generalmente la capienza dei cestelli è di un chilo, tuttavia alcuni modelli consentono di cuocere pane anche fino a un chilo e mezzo così come altre hanno capienza più ridotta. Chiaramente questa scelta oltre che sulla quantità di pane prodotto avrà influenza sui consumi elettrici, visto che i tempi di cottura di mezzo chilo di pane sono differenti da quelli necessari per cuocere un chilo e mezzo di pane. Diciamo che se siete single e volete avere sempre pane fresco, meglio senza ombra di dubbio una macchina piccola, per una grande famiglia o se volete fare il pane che duri due o più giorni meglio orientarsi su una capienza da un chilo e mezzo.

Molto importante, per coloro che desiderano che la macchina pane lavori mentre loro non sono in casa, è che questa supporti la possibilità di programmazione: quasi tutti i modelli supportano tale funzionalità ma comunque verificate. Ciò che cambia, in effetti, da modello a modello è la quantità di ore che si possono impostare per ritardare la partenza.

Particolarmente se volete che la macchina per il pane consenta di effettuare diversi tipi di impasto, controllate che questa consenta di inserire il lievito anche durante la programmazione. Si tratta questa di un’opzione extra che non tutte le macchine consentono ma che si rivela molto utile qualora si decida di impastare pane con uvetta o pane con cipolle o ancora pane con olive, visto che tutti questi ingredienti vanno aggiunti a fine lievitazione per non influire sulla lievitazione dell’impasto.